Lavorare con diletto

4aSe lavoro con diletto trasformo me stesso in un lavoratore appassionato.

Se lavoro per diletto mostro che non ho davvero bisogno del compenso che il lavoro mi garantisce.

La parola dilettante si addice a entrambi i casi ma implica significati ben diversi. Nell’epoca degli specialismi e delle autonomie disciplinari, i dilettanti sono guardati con sufficienza, quando non con disprezzo,  da coloro che si definiscono “professionisti”. Il dilettantismo gode di pessima stampa e abbiamo notizia di molti lavoratori che devono persino nascondere il piacere che provano per il lavoro fatto bene.

5

Patrimonio Milanese è alla ricerca di quei lavoratori dilettanti che sanno riconoscere questa differenza, che non si spaventano davanti al divertimento, che sono indifferenti alle distinzioni canoniche (manovalanza, artigianato, arte) perché sanno che lo spirito della passione soffia ovunque ci sia un lavoratore capace di coltivare una concezione del lavoro meno punitiva e triste di quella che l’immaginario collettivo veicola. La nostra ricerca sta offrendo i primi frutti e sarà presto possibile cibarsene.

4b

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: